fbpx

La fermata del Frecciargento soddisfa Forza Italia di San Marco

Torano, il presidente Tallini con Giulio Serra Torano, il presidente Tallini con Giulio Serra

SAN MARCO ARGENTANO - La prima fermata del Frecciargento a Torano Castello ha visto la partecipazione del coordinamento cittadino di Forza Italia, che - accompagnato dall'ex consigliere regionale ed oggi vicesindaco Giulio Serra - ha presenziato all'evento.

«In qualità di membri della sezione – si legge a proposito in una nota – abbiamo vivamente apprezzato l'onestà intellettuale di persone ed istituzioni che, pur appartenenti a diverse correnti politiche, hanno voluto dare atto a questo traguardo che è stato raggiunto soprattutto grazie al lavoro della Presidente on. Jole Santelli e della sua squadra di governo». Un vivo plauso ovviamente è andato anche «a Franco Corbelli ed a tutti i sindaci che hanno sostenuto l'iniziativa». Inoltre, un ringraziamento particolare è stato rivolto al presidente del Consiglio Regionale on. Domenico Tallini, «che ha portato, con la sua presenza, un grande valore aggiunto alla manifestazione». Proprio mentre il treno era fermo in stazione, proprio l’ex consigliere regionale Serra ha voluto posare con il presidente Tallini a dimostrazione della fattiva partecipazione. D’altro canto, la dislocazione baricentrica della stazione ferroviaria di Torano Castello è importante anche per la contigua Valle dell’Esaro e quindi la fermata del “Frecciargento” toglie dall’isolamento un intero comprensorio. Proprio il vicesindaco della cittadina normanna Giulio Serra aveva accolto «con soddisfazione la decisione di Trenitalia di effettuare una fermata dell’alta velocità anche per il nostro territorio. La nostra sezione di partito, lungimirante, è stata tra le prime a proporre una fermata per la Valle dell'Esaro-Valle del Crati». Difatti, il consiglio comunale di San Marco Argentano, il 3 maggio 2019 aveva approvato - all'unanimità dei presenti - la richiesta dell’istituzione della fermata presso lo scalo ferroviario San Marco-Roggiano, tramite delibera approvata anche da altri comuni. Ora «a prescindere da quella iniziativa, essendo favorevoli della crescita del territorio, prendiamo atto della scelta effettuata per Torano Castello per un bacino d’utenza sempre più ampio».

 

© Riproduzione riservata
Torna in alto

Video di Approfondimento

ozio_gallery_lightgallery

Sport

Editoriali

Rubriche

Informazioni

Partners